27 Agosto 2010

La Via Dolorosa


Sabato scorso sono andato a zonzo nella Citta’ Vecchia. Volevo raccogliere per il Tg1 le reazioni dei bottegai alla ripresa dei negoziati diretti israelo – palestinesi. A meta’ della Via Dolorosa  sono entrato in un negozio di spezie. Sul lungo banco, ben ordinati, mucchi di spezie dai colori forti e dagli odori intensi. Chiedo a Tarik Ben Shehab, il proprietario, la tunica da musulmano osservante, come vede Gerusalemme in caso di accordo. La risposta mi spiazza: “Non ci sara’ pace a Gerusalemme – dice con un ghigno -, finché ci saranno ebrei nel mondo”. E per assicurarsi che il messaggio sia stato compreso, aggiunge: “E lo dica, alla tv, se non ci sara’ pace a Gerusalemme, non ci sara’ pace neppure in Europa”. Detto cio’,  si infila nel retrobottega e ne emerge con un libretto in inglese di 80 pagine intitolato “The Truth is…”. Me lo regala invitandomi a leggerlo con attenzione. Mi congedo frettolosamente. Il profumo delle spezie, e la volgarità delle affermazioni, mi causano ora un senso di oppressione. Il libricino e’una sorta di Bignami di idiozie sul Cristianesimo. Contiene affermazioni del tipo: ” Dio non e’ una torta, non si puo’ dividere in tre”. La vera religione, naturalmente e’ quella islamica. L’ultima pagina contiene il numero di cellulare del mio interlocutore. Con un invito a comporlo rivolto a chi si e’ lasciato convincere  ad abbracciare la Verita’, l’Islam. Conversione a tempi record assicurata!


Commenti

Commenti temporaneamente chiusi, ma puoi lasciare un trackback dal tuo sito.

3 risposte a “La Via Dolorosa”

  1. paola wildcat arbini ha detto:

    Caro Claudio,
    ormai dovresti essere avvezo a quest tipo di affermazioni da parte degli Islamici…lo stai vivendo sulla tua pelle da anni…io ormai ho assimilato il concetto che Allah vuole distruggere l’occidente e, se ti ricordi, a Gorizia l’hai detto tu stesso parlando di ahmadinejad che blatera all’onu…
    purtroppo ho la sensazione che non vedremo la fine del mondo predetta dai Maya…
    p.s. efficace la descrizione dei profumi di spezie che pervade la Via Dolorosa…mi sembra ieri di averci camminato, e son già trascorsi 10 mesi…

  2. Mara Marantonio ha detto:

    In mezzo al profumo inebriante delle spezie (è sufficiente parlarne perchè affiorino i ricordi, anche olfattivi, di alcuni mesi fa) ..Ricatti, idiozie e non solo sul Cristianesimo..Certo non si può generalizzare, ma questi commercianti islamici che prosperano proprio perchè c’è Israele, cioè gli odiati Ebrei, e loro lo sanno bene, te la dicono lunga in merito alla “pancia” araba.

  3. ben ha detto:

    caro sig. Pagliara,
    io sono un Israeliano che vive al momento in Italia.
    il suo articolo è una sparata molto accurata è precisa sulla situazione
    attuale, non solo di gerusalemme ma di tutta d’Israele.
    io penso che nel mondo arabo manca l’educazione e il rispeto verso altre religioni.
    la verità non si trova in un posto, ma in tanti posti piccoli, sffortunatamente
    questa verità è dolorosa, ma verrà.

    complimenti per un articolo preciso e interesante.
    ben alfa