3 Febbraio 2010

Berlusconi seppelisce l'equidistanza dalemiana e punta il dito contro l'Iran


di

Claudio Pagliara

Gerusalemme. Berlusconi schiera l’Italia, senza se e senza ma, nella cruciale partita del nucleare iraniano, destinata a dominare l’agenda diplomatica internazionale nelle prossime settimane. L’attacco al presidente iraniano Ahmedinajad, l’ex pasdaran che vuole cancellare Israele dalle carte, e’ stato diretto e durissimo.


Commenti

Commenti e trackback sono chiusi

I commenti sono chiusi.