Archivio 'Boicottaggio'

Cultura, Politica
5 Agosto 2010

Costello-Krall, la strana coppia

Diana Krall non poteva scegliere momento piu’ complicato  per compiere l'”impossibile” viaggio Libano – Israele. E invece, mentre alla frontiera c’era ancora il fumo della battaglia tra soldati israeliani e libanesi, la cantante e pianista jazz canadese ieri sera si e’ esibita a pochi chilometri da Tel Aviv, nell’Anfiteatro di Ra’anana, dopo aver tenuto un concerto, la sera precedente, a Beirut.

Una scelta, quella di Diana Krall, di confermare il concerto israeliano,  in antitesi con quella compiuta pochi mesi fa dal marito, il grande Elvis Costello, che aderendo  alla campagna di boicottaggio anti israeliano fomentata dai circoli islamici  a maggio ha annullato annullando a maggio due concerti in programma per questa estate a Tel Aviv.

Con un pizzico di ironica fantasia, si possono immaginare  i discorsi a cena della “strana coppia”. “Mia cara Diana, dovresti riconsiderare la tua scelta di cantare in Israele. Sai, c’e’ chi pensa che sia uno stato che pratica l’apartheid…”. E lei, sbuffando: “Amore, ancora con questa storia! E’ solo un concerto. E poi, a causa tua, dovrò nascondermi da paparazzi e giornalisti, curiosi di sapere perche’ io si’ e tu no, in Israele…”.

Una cosa e’ certa. Elvis Costello ha mostrato di avere meno attributi della consorte. Pochi giorni prima di annullare i concerti, aveva dichiarato al Jerusalem Post di non credere nello strumento del boicottaggio. Chissà chi o cosa gli ha fatto cambiare repentinamente idea.

Diana Krall in ogni modo ieri sera e’ stata fantastica. Cliccate qui per ascoltare uno dei suoi pezzi piu’ belli.