26 Marzo 2009

La scelta di Barak è la Waterloo dei laburisti ma un bene per Israele


di

Claudio Pagliara

Due giorni fa Ehud Barak  ha spiegato alla convention laburista perché ha deciso di entrare nel governo Netanyahu. La sinistra è uscita sconfitta dalle urne e non c’è futuro  in un’opposizione guidata dalla Livni. Netanyahu e Barak hanno invece l’esperienza militare per affrontare la più grave minaccia all’esistenza di Israele: l’Iran.


Commenti

Commenti e trackback sono chiusi

I commenti sono chiusi.